Curriculum    

 

GUBERTI PIETRO, nato a Ravenna nel 1921, vi risiede, svolgendo l’attività di pittore. Ha partecipato alla Resistenza. Espone in mostre personali e collettive dal 1945. Importante la sua partecipazione alla mostra itinerante del 1976 con un gruppo di celebri artisti, tra cui Guttuso, Alberti, Treccani, Zanzotto, Zancanaro. Nel 2005 il Comune di Alfonsine e la CNA di Ravenna gli hanno dedicato una personale che ha raccolto i disegni del ciclo della guerra in Iraq.

Nel 1968 e nel 1970 ha pubblicato presso l’editore Rebellato di Padova due raccolte di poesie Onestà del Tempo e Il coraggio possibile, per le quali ha ricevuto il Premio del Presidente del Consiglio. Altri volumi pubblicati: Porta Nuova, storia di un borgo (1976), che ha ricevuto il primo premio per il trentennale della Resistenza;  I pinaroli (1980), Il Camerone (1989), lungo racconto di ambiente romagnolo fine ottocento, primo novecento; Radici della memoria (1994), premiato al “Victor Hugo” di Roma nel 1997; La mia terra (1999).

Ha partecipato a sei edizioni dell’Histonium, ricevendo: la Menzione d’Onore per una lirica a tema libero (2002) e per la Silloge inedita (2003); il Premio Speciale del Presidente per la Silloge inedita (2004), il Premio Speciale Unico per l’Emilia-Romagna per la poesia inedita (2005), la Segnalazione di Merito per un’opera poetica dialettale (2006), la Menzione d'Onore per la poesia a tema libero (2007).

Guberti Pietro

Il poeta PIETRO GUBERTI vincitore all'Histonium 2005 del Premio Speciale Unico per la Regione Emilia-Romagna

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

La poesia vincitrice:

SU QUESTI ANNI *

Su questi anni
su queste ascendenze
il tempo
mi guarda negli occhi.

La libertà
non è dei morti
degli innocenti
degli scontenti
dei tiranni
degli inganni…

contro i falsi profeti
i falsi colori
il fuoco demente…

Vado cercando libri
che resistano al fuoco:

per tutte le pietre rimaste
per tutti gli uomini
che cantano
per un seme che ride
per tanti misfatti
io leggo.

Compagna,
nel nostro giardino
sono sbocciati
i crisantemi.

 

* La poesia è stata pubblicata sull’Antologia dell’Histonium 2005 “Oltre le barriere” con la seguente motivazione: “L’impegno del poeta è quello di leggere “libri /che resistano al fuoco” per testimoniare, accanto alla sua compagna, una storia quotidiana, che si snoda con un pesante e triste carico di misfatti e di inganni, di falsità e di morte, ma anche con la ricchezza speranzosa di “uomini che cantano” e di “un seme che ride”.